actualités

Seconda vittoria consecutiva per Caleb Ewan al Giro del Belgio

Con casco Ekoï AR14 e occhiali Ekoï Premium 80

Dopo la sua vittoria a Scherpenheuvel-Zichem, Caleb Ewan ha vinto nuovamente il Giro del Belgio. Contro ogni previsione, la tappa regina, disputata nella regione di Hamoir, si è decisa in uno sprint. Dopo un'altra uscita perfetta della Lotto Soudal, l'australiano si è dimostrato imbattibile nell'ultimo rettilineo per prendere la vittoria con diverse lunghezze di anticipo su Bryan Coquard e Davide Ballerini. Ewan prende anche la maglia della classifica a punti finora indossata da Remco Evenepoel, ancora leader di questo Giro del Belgio. "Ad essere onesto, non pensavo di poter giocare per la vittoria oggi, iniziò Caleb Ewan. "Pensavo che i corridori generali si sarebbero presi i loro rischi e che avrebbe attaccato dappertutto. Il ritmo era alto per tutta la tappa e molti corridori non avevano le gambe per provare qualcosa nel finale. È stato solo all'inizio dell'ultimo giro che ho cominciato a credere. Mi sentivo ancora bene e abbiamo deciso di giocare questa carta. Ecco perché siamo venuti in testa al gruppo per controllare la fuga iniziale. Sono davvero felice di aver potuto premiare tutto il duro lavoro dei miei compagni di squadra." Dopo un primo giro che includeva la salita del Mur de Huy, due giri di un circuito locale di 30 km nella zona di Hamoir attendevano i corridori. Il ritmo elevato e il percorso collinare hanno scremato notevolmente il peloton. Nonostante alcuni tentativi nel finale, nessuno è riuscito a staccarsi dal gruppo. Caleb Ewan è stato brevemente distanziato dal gruppo di testa, ma ha potuto contare sull'immancabile sostegno dei suoi compagni di squadra per tornare davanti. Dopo un'uscita quasi perfetta della Lotto Soudal, Caleb Ewan, idealmente posizionato da Jasper De Buyst, è stato nuovamente il più veloce. Lo stesso De Buyst è arrivato quinto. Caleb Ewan: "Come previsto, è stata una tappa dura oggi e non mi aspettavo di essere lì nel finale. Ero un po' distanziato sull'ultima salita ma i miei compagni di squadra hanno fatto un ottimo lavoro. Mi hanno aspettato e mi hanno riportato al fronte. Alla fine eravamo rimasti in cinque e tutto è andato molto bene. Sapevo che sarebbe stato difficile rientrare, ma ho lottato duramente per chiudere il gap con i miei compagni di squadra. Il lead-out è stato di nuovo molto impressionante..." Caleb Ewan avrà l'opportunità di firmare una tripletta domani a Beringen. La tappa finale del Giro del Belgio sembra davvero essere promessa ai velocisti. "La tappa di domani rappresenta un'altra opportunità di vittoria e faremo tutto il possibile per finire la gara nel miglior modo possibile. Non credo di aver mai firmato un triplo nella mia carriera, sarebbe davvero unico", ha concluso il 26enne australiano.
Maggiori informazioni

Caleb Ewan ottiene la sua 50ª vittoria professionale al Giro del Belgio

Con casco Ekoï AR14 e occhiali Ekoï Premium 80

Caleb Ewan ha vinto la terza tappa del Giro del Belgio in uno sprint dopo uno sforzo di squadra esemplare della Lotto Soudal. Su questo finale leggermente in salita a Scherpenheuvel-Zichem, Ewan ha vinto in modo autorevole dopo un impressionante distacco dai suoi compagni di squadra. Il 26enne australiano ha superato Pascal Ackermann e Michael Mørkøv per ottenere la 50ª vittoria professionale della sua carriera. "Sono davvero impressionato da ciò che i miei compagni di squadra hanno mostrato oggi", ha esordito Caleb Ewan. "Mi hanno posizionato perfettamente prima dell'ultimo urto e siamo sempre rimasti insieme. Nel finale hanno continuato a cavalcare in testa e nessuno è stato in grado di riavvicinarli. Non è stato facile però con quel vento contrario negli ultimi chilometri." Lotto Soudal e le altre squadre di velocisti hanno preso il controllo della corsa dall'inizio della tappa. I cinque corridori che componevano la fuga iniziale non sono mai riusciti a godere di un vantaggio significativo sul gruppo e alla fine sono stati ripresi a una manciata di chilometri dall'arrivo. Un arrivo in leggera salita a Scherpenheuvel-Zichem, un'uscita esemplare dei suoi compagni di squadra, era tutto ciò che serviva all'inafferrabile Caleb Ewan. L'australiano ha concluso perfettamente il lavoro dei suoi compagni di squadra con una brusca accelerazione nell'ultimo rettilineo. Caleb Ewan "mi considero fortunato ad avere compagni di squadra così forti e intelligenti. È stata la decisione giusta aggiungere Tosh Van der Sande e Harry Sweeny al lead out. Dopo un primo tentativo al Tour degli Emirati Arabi, questa era solo la nostra seconda gara insieme. Penso che avevamo bisogno di questi due piloti per sostenere Jasper e Kluge. Tutti i pezzi si sono ora riuniti." "La tappa delle Ardenne sarà un famoso test, ma la vedo soprattutto come un allenamento supplementare. Spero di poter giocare di nuovo per la vittoria domenica. Sarebbe bello chiudere questa preparazione per il Tour de France con una seconda vittoria di tappa. La fiducia è l'arma più importante di ogni velocista e sono molto contento della mia forma attuale. Tutto sta andando secondo i piani. ", ha concluso Caleb Ewan.
Maggiori informazioni

Andreas Kron vince la sesta tappa del Tour de Suisse

con casco Ekoï Gara e occhiali Ekoï Premium 80

La sesta tappa del Tour de Suisse è andata ad Andreas Kron dopo che l'ex campione del mondo Rui Costa è stato declassato dopo uno sprint irregolare. Il portoghese ha tagliato il traguardo in prima posizione ma Kron ha subito protestato, giudicando che Costa aveva deviato dalla sua linea e gli aveva impedito di fare lo sprint per la vittoria. Dopo aver visto il traguardo, la giuria ha infine assegnato la vittoria al corridore della Lotto Soudal. La giuria non era soddisfatta del risultato "Ho anche visto il filmato nel camion al traguardo e penso che la giuria abbia preso la decisione giusta", ha esordito Andreas Kron. "Abbiamo iniziato lo sprint a destra e finito a sinistra. Tutti pensavano di essere i più forti, è normale. Uno sprint regolare avrebbe permesso di rompere il pareggio. Alla fine sono stato dichiarato vincitore e mi fido della giuria. Sono molto felice di questo." Questa è la seconda vittoria WorldTour di Andreas Kron nella sua prima stagione ad alto livello. All'inizio di quest'anno, il danese della Lotto Soudal ha vinto la prima tappa del Giro di Catalogna. Questa è la sua seconda vittoria WorldTour nella sua prima stagione in assoluto al massimo livello "È fantastico. Che inizio d'anno! Se qualcuno me lo avesse detto all'inizio della stagione, probabilmente non ci avrei creduto. Sono nato nel 1998, un anno molto buono a quanto pare, visto che anche Hirschi e Pogačar sono del '98. Devo stare al passo con loro..." Completata su 130 chilometri tra Andermatt e Disentis, la sesta tappa del Tour de Suisse comprendeva non meno di tre passi da superare. Sulla salita finale, Rui Costa e Hermann Pernsteiner hanno raggiunto il primo uomo, David De La Cruz. A cinque chilometri dall'arrivo, Andreas Kron è riuscito a ricongiungersi alla testa della corsa. La vittoria si è poi ridotta ad uno sprint, durante il quale Costa ha deviato notevolmente dalla sua linea. La gara è stata vinta da uno sprint "Sono felice per me stesso ovviamente, ma soprattutto per i miei compagni di squadra ", ha concluso Andreas Kron. "Hanno lavorato molto per me durante i primi giorni di questa gara, ma ieri ho avuto una brutta giornata e sono uscito dalla classifica generale. È bello poterli ricompensare. "
Maggiori informazioni

Brent Van Moer vince la 1ª tappa del Critérium du Dauphiné

con casco Ekoï Gara e occhiali Ekoï Premium 70

Brent Van Moer ha dato un bello spettacolo nella prima tappa del Critérium du Dauphiné. Il 23enne belga si è staccato con altri tre corridori nei primi chilometri della gara prima di andare da solo a 15 chilometri dall'arrivo. Il corridore della Lotto Soudal ha poi resistito al ritorno del gruppo e ha vinto la gara da solo. Questa è stata la prima vittoria professionale di Van Moer e lo ha fatto con stile. Ha anche preso la prima maglia di leader del Critérium du Dauphiné. Anche Brent Van Moer se n'è andato con le maglie della montagna, della classifica a punti e del miglior giovane pilota. "Stento a crederci. La mia prima vittoria da professionista, in questo modo e con la maglia di leader, nientemeno, esordisce un emozionato Brent Van Moer. "Ero davvero molto deluso per quanto accaduto la scorsa settimana alla Ronde van Limburg. Ma il giorno dopo ho subito riportato l'attenzione su questo evento e ci tenevo a dimostrare che ero in grado di finire il lavoro. È semplicemente fantastico poterlo fare nella prima fase contro una concorrenza così grande. Che contrasto con l'anno scorso, quando ero anche nella fuga prima di dover abbandonare a causa di una caduta. È davvero speciale indossare questa maglia gialla" All'inizio di Issoire, Brent Van Moer, Gamper, Gautier e Garrison andarono subito all'attacco. Il quartetto non poteva mai contare su un grande vantaggio a causa del ritmo imposto dalle squadre di velocisti in testa al gruppo. Garrison è stato il primo ad essere abbandonato, lasciando solo tre corridori nel gruppo di testa. In questa prima tappa particolarmente collinosa, i corridori hanno dovuto affrontare una significativa salita positiva. Brent Van Moer: "Volevamo essere in fuga a tutti i costi. All'inizio ho pensato che fosse un peccato essere solo quattro in testa, ma mi ha permesso di afferrare alcuni punti per la classifica della montagna e assicurarmi un podio. La pressione era diminuita in qualche modo, ma sapevo che c'era un modo per fare ancora meglio. " Quando il Team Ineos ha iniziato a rotolare e il gruppo ha chiuso a 1'30" a 15 chilometri dall'arrivo, Van Moer ha sentito che era il momento di tentare la fortuna. Il 23enne belga ha abbandonato i suoi compagni di fuga e ha cercato di vincere da solo. Missione compiuta per Van Moer, che ha resistito al ritorno del gruppo per ottenere la sua prima vittoria professionale. Oltre alla maglia di leader, Van Moer si è aggiudicato anche le maglie della montagna, della classifica a punti e del miglior giovane. "Nella macchina del seguito mi hanno detto di andare forte sull'ultima salita. Quando ho passato la cima con 50 secondi di vantaggio, ho capito che la vittoria di tappa era possibile, soprattutto grazie al profilo in discesa nel finale. Ma è stato solo negli ultimi tre chilometri che ho capito che avevo vinto la gara. Penso che la nostra squadra abbia dimostrato che il nostro stile offensivo può portarci lontano. Siamo una vera squadra. Per quanto riguarda la maglia di leader, preferisco essere prudente. Il Delfinato sarà difficile e vedrò giorno per giorno se è possibile difendere il mio posto di leader. Ma ho intenzione di combattere e vedremo fin dove posso arrivare", ha concluso Brent Van Moer.
Maggiori informazioni

Victoire de Valentine Fortin sur la première manche de coupe de France

Con occhiali e abbigliamento Ekoi

Vittoria per Valentine Fortin che ha vinto la prima prova della Coppa di Francia "Classic Vienne-Nouvelle-Aquitaine", a Civaux.Questa è la sua seconda vittoria in 2 settimane: la sua esplosione di velocità e la sua accelerazione nel finale, una formidabile velocista.Non dimentichiamo che si trova a suo agio anche in pista e che spera di essere selezionata per i Giochi Olimpici di Tokyo.Il team St Michel Auber 93 si porta in testa alla classifica della coppa a squadre francese.Da notare anche il secondo posto di Marie-Morgane Le Deunff del team Arkéa Samsic.
Maggiori informazioni

Victoire de Guillaume Martin sur la Mercan’Tour Classic Alpes-Maritimes

Con casco Ekoi AR14 e occhiali Ekoi Twenty

Dopo una gara dominata dall'inizio alla fine da tutta la squadra, Guillaume Martin ha vinto in solitaria alla fine della 1a edizione del Mercan'Tour Classic Alpes-Maritimes. Si tratta della sua prima vittoria con i colori Cofidis, la sesta stagionale per la squadra nordista. È una di quelle grandi emozioni che dà significato all'impegno, all'altruismo e al lavoro collettivo. Questo lunedì pomeriggio, Guillaume Martin ha vinto in solitaria nella prima edizione del Mercan'Tour Classic Alpes-Maritimes. Partito favorito, il leader della squadra Cofidis, ha beneficiato di molto lavoro dei suoi compagni di squadra durante tutta la giornata. A 30 km dal traguardo Anthony Perez, in buona forma, è riuscito a uscire dal gruppo con un altro corridore. Con un minuto di distacco, diversi corridori hanno contrattaccato, tra cui Guillaume Martin. Nell'ultima salita, Anthony Perez ha svolto un lavoro prezioso supportando il suo leader. Il Normanno ha attaccato a 6 km dal traguardo e non è più stato ripreso dai suoi inseguitori. Alla fine ha tagliato il traguardo 1 min 42 sec davanti a Aurélien Paret-Peintre. Anthony Perez, ha concluso in 4° posizione.
Maggiori informazioni

Victor Campenaerts vince la tappa 15 del Giro d'Italia

con casco Ekoï AR14

Victor Campenaerts ha ottenuto un'incredibile 3a vittoria di tappa al Giro d'Italia di quest'anno per il team Qhubeka ASSOS, nella 15a tappa terminata a Gorizia. La vittoria segue i trionfi dei suoi compagni di squadra, Mauro Schmid e Giacomo Nizzolo, rispettivamente nelle tappe 11 e 13. La squadra Qhubeka ASSOS, che ha già ottenuto il miglior Giro d'Italia della sua storia, ha iniziato la tappa 15 di 147 km con la chiara intenzione di continuare a inseguire il successo. Dalla partenza, Campenaerts e il compagno di squadra Max Walscheid sono stati i primi due corridori ad attaccare. Dopo aver ottenuto un distacco iniziale, la corsa è stata neutralizzata a causa di una massiccia caduta nel gruppo, tra cui Mauro Schmid, che ha potuto continuare ma ha riportato ferite multiple al fianco destro. La corsa non era finita Grazie al cielo, la maggior parte dei motociclisti che sono caduti non sono stati feriti gravemente e hanno potuto continuare. Quando la gara è ripresa per la seconda volta, sono stati di nuovo Campenaerts e Walscheid i primi ad attaccare. Ma questa volta era coinvolto anche un terzo pilota Qhubeka ASSOS, poiché Lukasz Wisniowski irruppe nel gruppo di testa. 15 corridori si staccarono dal gruppo e costruirono rapidamente un vantaggio per la gara. Con tre corridori in testa, Qhubeka ASSOS era in una posizione favorevole. Quando la corsa si avvicinava al finale, Walscheid, Wisniowski e Campenaerts iniziarono ad attaccare e contrattaccare la fuga, poiché il gruppo conteneva un forte mix di scalatori e velocisti, che sulla carta erano forse favoriti per la vittoria davanti al trio Qhubeka ASSOS. Tuttavia, è stato il lavoro di squadra a rivelarsi il miglior vantaggio della giornata, dato che il belga detentore del record dell'ora UCI è riuscito a staccarsi con altri due corridori, Albert Torres (Movistar) e Oscar Riesebeek (Alpecin-Fenix), a 23 km dal traguardo. Campenaerts e Riesebeek sono riusciti a staccare Torres sulla salita finale mentre la pioggia cadeva, aggiungendo altro dramma negli ultimi chilometri. In cima alla salita, il duo ha mantenuto un distacco di 15 secondi sugli inseguitori più vicini e, nonostante alcuni attacchi reciproci, ha deciso la tappa in uno sprint a due. Campenaerts ha avuto quella spinta in più nelle gambe per conquistare una brillante vittoria, la sua prima vittoria di tappa del Grand Tour in carriera.
Maggiori informazioni

Antonio Jesús Soto vince il turno di Murcia

con casco e occhiali Ekoï

Grande prestazione di Antonio Jesús Soto che vince il Giro di Murcia in solitaria. Lo spagnolo del team Euskaltel Euskadi è riuscito a vincere nonostante facesse parte della fuga iniziale. Si è trovato da solo a 23 km dall'arrivo e ha resistito fino alla fine! A 26 anni, questa è stata la sua prima vittoria professionale.
Maggiori informazioni

Giacomo Nizzolo vince la 13ª tappa del Giro d'Italia

con casco Ekoï AR14

Giacomo Nizzolo ha fatto uno sprint per la sua prima vittoria di tappa del grand tour nella 13ª tappa del Giro d'Italia. Il velocista del team Qhubeka ASSOS ha rotto il suo record di 19 podi senza una vittoria salendo oggi sul gradino più alto a Verona. Partendo da Ravenna, la tappa si è svolta su un percorso prevalentemente piatto di 198 km per finire con uno sprint di gruppo a Verona. Il campione italiano ed europeo Nizzolo, che si è già piazzato due volte secondo al Giro d'Italia di quest'anno, era determinato a non essere superato ancora una volta. La squadra QMT aveva molto da offrire Il team Qhubeka ASSOS ha preso le redini del gruppo negli ultimi 10 chilometri, tenendo Nizzolo in testa e fuori pericolo nei duri chilometri finali. Uno sforzo di squadra impegnato ha dato a Nizzolo l'opportunità di fare uno sprint per la vittoria oggi. Dopo l'incredibile trionfo di Mauro Schmid nell'11° tappa del Giro d'Italia, questa è la 2° vittoria di tappa per il team Qhubeka ASSOS al Giro di quest'anno. Con altri piazzamenti di tappa nella top 10 per Max Walscheid e Victor Campenearts, e Nizzolo che indossa la Maglia Ciclamino nella settimana iniziale, questo è senza dubbio il Giro d'Italia di maggior successo per il team Qhubeka ASSOS.
Maggiori informazioni

Mauro Schmid ha vinto l'11° tappa del Giro d'Italia

con casco EKOI GARA

Lo svizzero Mauro Schmid (Team Qhubeka-Assos) ha vinto l'undicesima tappa del Giro, Mercoledì, su un percorso che assomigliava fortemente ad una gara che attira ogni anno sempre di più, la Strade Bianche, per via delle strade sterrate, tortuose, che i corridori percorrono . Una prima vittoria nei professionisti, ottenuta dopo aver eliminato uno dopo l'altro gli altri compagni in fuga.
Maggiori informazioni

Connor Swift vince il TRO BRO LEON 2021

con il casco EKOI GARA e abbigliamento EKOI ARKEA SAMSIC

Connor Swift del Team Arkéa Samsic vince al Teo Bro Léon, e un secondo posto per Piet Allegaert del Team Cofidis ... entrambi con caschi EKOI.
Maggiori informazioni

Jesús Herrada López si impone sul chalenge di Maiorca

con il casco EKOI GARA

Lo scalatore della formazione Cofidis ha vinto questo venerdì a Maiorca dopo 158,6 km particolarmente intensi. Questa è la sua prima vittoria della stagione, la sedicesima della sua carriera e la quarta per la squadra nel 2021.Ha tenuto duro fino alla fine. Ma negli ultimi metri di una gara intensa, Jesús Herrada è riuscito ad avere la meglio su Jonathan Iastra, nelle strade di Deia, vincendo brillantemente. Durante i 158,6 km favorevoli agli scalatori, il team Cofidis ha lavorato per il suo leader.
Maggiori informazioni

Vittoria di Winner Anacona sulla sommità del Mirador de Colomer

con il casco EKOI GARA e abbigliamento EKOI ARKEA SAMSIC

Winner Anacona è andato a prendersi la sommità del Mirado d'es Colomer per il quarto successo nel 2021 del team Arkéa-Samsic.
Maggiori informazioni

Victor Lafay vince l'ottava tappa del GIRO 2021

con il casco EKOI GARA

A 25 anni, il francese ha vinto in solitaria questo sabato all'ottava tappa del Giro. Ottiene così la migliore prestazione della sua carriera, la sua prima vittoria tra i professionisti. Il team Cofidis continua la sua incredibile serie di vittorie con la terza vittoria in tre giorni!Lo ha assaporato. Nell'ultimo rettilineo di Guardia Sanframondi, Victor Lafay è partito da solo. Si è preso il tempo per chiudere la sua maglia Cofidis, ha alzato le braccia e ha rivelato il suo volto abbagliante. La certezza di vivere un momento unico, un sogno per tutti i ciclisti professionisti: vincere sulle strade di un Grand Tour.
Maggiori informazioni

Caleb Ewan si impone di nuovo al GIRO 2021

con casco AR14 e gli occhiali PREMIUM 70

Ewan è stato il più veloce e si è quindi assicurato un secondo successo in questo Giro.A due giorni dalla vittoria a Cattolica, il corridore della Lotto Soudal Caleb Ewan ha vinto ancora una volta in questo Giro d'Italia. Dopo uno sprint tecnico a Termoli e dopo un lavoro titanico di Jasper De Buyst, Ewan è stato il più veloce e si è assicurato così un secondo successo in questo Giro. L'australiano ha ora undici vittorie di tappa in un Grand Tour.
Maggiori informazioni

Vittoria di Christophe LAPORTE sul circuito di Wallonie

con casco EKOI AR14 e occhiali PREMIUM 80

Questa 55esima edizione del Circuito di Wallonie, un lungo giro attorno a Mont-sur-Marchienne, si preannuncia particolarmente accesa. Per tutta la giornata, il team Cofidis si è mostrato attento a controllare lo scenario. Obiettivo: assicurarsi che la gara si concluda con uno sprint massiccio in modo che Christophe Laporte possa giocare le proprie carte. Dopo aver beneficiato del prezioso lavoro di tutti i compagni, lo sprinter del Var è riuscito ad avere la meglio sugli avversari negli ultimi metri. Questo è il suo 2 ° successo stagionale, il 3 ° per il team Cofidis nel 2021.
Maggiori informazioni

3 primi posti per EKOI nella 5° tappa del GIRO

casco EKOI AR14 / AR15 e occhiali PREMIUM 80

Quarta vittoria di tappa della sua carriera al Giro per Caleb Ewan, che conquista la 5a tappa dell'edizione 2021.Caleb Ewan ha vinto la quinta tappa del Giro d'Italia con un potente sprint. Al termine di questa tappa adatta ai velocisti, il 26enne australiano ha vinto davanti agli italiani Nizzolo e Viviani. Questo segna la quarta vittoria di tappa della carriera di Caleb Ewan al Giro, quattro anni dopo la sua prima vittoria al Giro d'Italia.
Maggiori informazioni

Coppa del Mondo (Albstadt) :Victor Koretzky vincitore e leader della classifica generale

Con abbigliamento, caschi e occhiali Ekoi

Victor Koretzky : "Non ho ancora realizzato" "Dopo il secondo posto di venerdì all'XCC, sapevo che ero in forma. Nonostante tutto, non ho avuto grandi sensazioni durante il riscaldamento. Non mi rendo conto di cosa mi sta succedendo oggi (Nota: nessun francese aveva vinto la Coppa del Mondo dal 2016). Vinco davanti a Nino che è una leggenda del nostro sport, è pazzesco. Sono rimasto ben concentrato per tutta la giornata e sono riuscito a portarmi avanti alla fine della gara. Avevo optato per la mia Orbea Alma, semi rigida, ed era la migliore opzione possibile. Inizierò la Coppa del Mondo a Nove Mesto con la maglia di leader della Coppa. Mondo, è incredibile. Oggi raggiungo anche i criteri per le Olimpiadi, per me è motivo di orgoglio ".
Maggiori informazioni

Giro 2021 // Tappa 2 : Giacomo Nizzolo e Elia Viviani rispettivamente 2 e 3.

Con caschi e occhiali Ekoi

Le squadre Qhubeka Assos e Cofidis si sono impegnate facendo parte dei grandi animatori di questa seconda tappa. Terminando rispettivamente 2 e 3, Giacomo Nizzolo e Elia Viviani dimostrano di essere in ottima forma!
Maggiori informazioni

Vittoria di Elie Gesbert nell'ultima tappa del Giro dell'Algarve.

Con abbigliamento e caschi Ekoi

Elie Gesbert segna la 3° vittoria della squadra Arkea Samsic 2021 imponendosi a l’Alto de Malhaò. Si posiziona 5° nella classifica generale del Giro dell'Algarve, Thibault Guernalec e Maxime Bouet si classificano rispettivamente sesto e settimo. 
Maggiori informazioni
NEXT

Newsletter EKOI

Iscriviti alla nostra newsletter per non perdere le offerte Ekoi Racing

il formato e-mail è errato. Vi preghiamo di verificare
Si è verificato un errore.
Questa e-mail è già registrata.
Iscrizione effettuata.
Continua i tuoi acquisti su ekoi racing Continua i tuoi acquisti su ekoi classic Concludi i tuoi acquisti